10 aprile

L'amore è un patto

"Non insistere con me perché ti abbandoni e torni indietro senza di te; perché dove andrai tu andrò anch'io; dove ti fermerai mi fermerò; il tuo popolo sarà il mio popolo e il tuo Dio sarà il mio Dio."
Ruth 1,16

"Il cammino implica passare attraverso diverse tappe che chiamano a donarsi con generosità: dall’impatto iniziale caratterizzato da un’attrazione marcatamente sensibile, si passa al bisogno dell’altro sentito come parte della propria vita. Da lì si passa al gusto della reciproca appartenenza, poi alla comprensione della vita intera come progetto di entrambi, alla capacità di porre la felicità dell’altro al di sopra delle proprie necessità, e alla gioia di vedere il proprio matrimonio come un bene per la società..."

Papa Francesco - Amoris Laetitia 220

La sfida di oggi

40° giorno, Domenica delle Palme, inizio della Settimana Santa, inizio della settimana che ha cambiato per sempre la storia dell'uomo, facendo sì che l'Amore vincesse su tutto, anche sulla morte.

 

Posso darmi una pacca sulla spalla.

Sono giunto alla fine di questo impegnativo percorso di 40 giorni e magari all'inizio di un modo nuovo di vivere la mia relazione d'amore.

 

Se ho avuto la costanza di seguirlo, ho avuto modo di fermarmi e di riflettere, di ascoltarmi e di rispondere. Di parlare, di esprimere ciò che ho nel cuore, di pregare. Di scoprire o riscoprire che la mia relazione d'amore, è frutto di quel patto di Amore che Dio fece con Adamo e rinnova ogni giorno con ognuno di noi. Un patto che non ha clausole, se non quella di essere accolto in modo gratuito. Un patto al quale Dio resta sempre fedele, nonostante i rifiuti, gli allontanamenti, i dubbi, i tradimenti.

 

In questi 40 giorni ho scoperto che la mia relazione non è un contratto e può cominciare a essere vissuta come un patto.

Un patto si basa sulla fiducia. E' una promessa che non pone condizioni e vale per sempre, contrariamente a un contratto che ha degli interessi e condizioni specifiche.

Vedere la propria relazione d'amore come un contratto, è come dire alla persona che amo: "Ti prendo con me fin quando le condizioni sono favorevoli. Fin quando ottengo dalla relazione ciò che mi aspetto e ciò che mi è dovuto." Prenderla invece come un patto mi fa dire: "Mi dono a te e farò tutto quanto mi è possibile per rispettarlo."

Oggi scrivo una lettera alla persona che amo o se non amo scrivere, registro un video o un audio esprimendo il mio patto d'amore per lui, per lei. Se ne sento il bisogno dedico un momento alla preghiera prima di farlo.

Dico perché ho scelto lei, lui. Perché credo nella tenacia del nostro amore.

Come mi sento. Quali sono le mie speranze, i miei sogni, i miei desideri.

Se è una lettera, la metto in una busta, la spruzzo con il suo profumo preferito e la consegno alla mia lei, al mio lui.

Se è un audio o un video, lo invio.

Prima di sera, propongo di leggere la lettera o di vedere o di ascoltare il messaggio insieme.

Rifletto a fine giornata...

1. Cosa ho imparato in questi 40 giorni?

2. Che uso ne voglio fare?

3. Cosa mi impegno a fare da qui in avanti?

Grazie per aver fatto questo percorso insieme a noi.

Buona Settimana Santa!