2 aprile

L'amore soddisfa i bisogni sessuali

"Non rifiutatevi l’un l’altro, se non di comune accordo."
1 Corinzi 7,5

"Il matrimonio, inoltre, è un’amicizia che comprende le note proprie della passione, ma sempre orientata verso un’unione via via più stabile e intensa. Perché «non è stato istituito soltanto per la procreazione», ma affinché l’amore reciproco «abbia le sue giuste manifestazioni, si sviluppi e arrivi a maturità»[125]. Questa peculiare amicizia tra un uomo e una donna acquista un carattere totalizzante che si dà unicamente nell’unione coniugale. Proprio perché è totalizzante questa unione è anche esclusiva, fedele e aperta alla generazione. Si condivide ogni cosa, compresa la sessualità, sempre nel reciproco rispetto. Il Concilio Vaticano II lo ha affermato dicendo che «un tale amore, unendo assieme valori umani e divini, conduce gli sposi al libero e mutuo dono di sé stessi, che si esprime mediante sentimenti e gesti di tenerezza e pervade tutta quanta la vita dei coniugi».

Papa Francesco - Amoris Laetita 125 

La sfida di oggi

Tutto ciò che l'amore implica e che abbiamo visto nei giorni scorsi: pazienza, benevolenza, altruismo, accoglienza, sollecitudine, rispetto, protezione, tenerezza, perdono.... ha un ruolo importante anche nella possibilità di vivere diversamente e più profondamente l'intimità sessuale. Nel comunicare bisogni e piaceri. Nell'aprirsi all'altro con fiducia rivelando, timori, blocchi, fantasie... 

Ritengo che la sessualità sia importante nella mia relazione? La vivo con serenità ? E il mio partner, la mia partner? Ho difficoltà a parlare della nostra intimità? Vorrei cambiare qualcosa?

Oggi se è possibile organizzo una serata romantica con il mio lui, con la mia lei. A casa? Fuori? So io quale può essere la scelta migliore. 

Uso l'arte del corteggiamento come se volessi riconquistare nuovamente la persona che amo. Non do nulla per scontato. Rispetto modi e tempi miei e suoi, miscelo un pizzico di fantasia e di romanticismo, creo l'atmosfera giusta, mi metto in gioco e...

Rifletto a fine giornata...

1. Sono riuscito ad organizzare ciò che avevo in mente?

2. Cosa ho provato?

2. Se non sono riuscito, che ostacoli ho incontrato?

3. Posso fare in modo di superarli in futuro?