25 marzo 

Amore contro concupiscienza

"E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno."
1 Giovanni 2,17

Adamo ed Eva avevano tutto ciò di cui necessitavano nel giardino dell'Eden. Vivevano comunione con Dio e intimità l'uno con l'altra. Eppure non si accontentarono, ma condivisero la tentazione e il desiderio di avere di più. Di essere di più.

La sfida di oggi

Anche a me è stato dato tutto ciò che è necessario per una vita piena, soddisfacente, ma spesso accade che non mi basti, che io voglia di più.

Ho perso la bellezza dello stupore e mi sono lasciato assuefare dalla routine del quotidiano. La persona per la quale avrei fatto follie, ora non è abbastanza, non mi stimola più, non regge più il passo. E allora? Mi lascio tentare, cerco altro, cerco altrove. Oggi è possibile farlo in tanti modi diversi, anche virtualmente.

Il cellulare è diventato una specie di scatole nera. In questo preciso momento potrei consegnarlo senza timore al mio lui, alla mia lei o avrei qualcosa da nascondere? Qualcosa che preferirei cancellare? Quando sono da dolo, da sola, mi comporto come quando sono con lui, con lei?

 

La sfida di oggi mi chiede di essere davvero molto onesto con me stesso, senza concedermi alibi. 

1. Cosa ritengo essere per me oggetto di tentazione?

2. Quanto mi è costato nel corso del tempo?

3. Forse mi ha impedito di essere la persona che volevo essere?

4. Sono disposto a cambiare? A respingere le tentazioni?

Rifletto a fine giornata...

1. Cosa ho scoperto oggi sulle mie tentazioni, sui miei desideri segreti?

2. Prendo un impegno con me stesso e con la persona che amo per far sì che sia davvero lei, lui, la persona che desidero.

3. Se lo voglio, posso pregare e chiedere aiuto a Dio per avere il suo sostegno in questo importante proposito.