16 marzo 

L'amore onora

"Anche voi, mariti, vivete insieme alle vostre mogli con il riguardo dovuto alla donna, come a un vaso più delicato. Onoratele, poiché anch'esse sono eredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite."
1 Pietro 3,7

Che significato attribuisci al verbo onorare? Onorare qualcuno significa rispettarlo e tenerlo in grande stima perché lo si considera importante, di gran valore? Quando si parla con lui, con lei, si mantiene un linguaggio pulito, chiaro? Si è cortesi e garbati? Quando questa persona ti parla la ascolti con attenzione e dai peso e significato a ciò che ti dice? Se ti chiede qualcosa, ti fai in quattro per accontentarla?

La sfida di oggi

E' così che funziona con la persona che amo? Con le persone alle quali tengo? "Eh ma io ho le mie ragioni per comportarmi in modo sgarbato. Dovresti vedere cosa fa lei, lui!" Ma è davvero così che funziona l'amore? Onora se si sente onorato? Ama solo se si sente amato oppure ama anche quando si sente respinto?

 

Chissà quante cose ho dovuto fare per conquistare la persona amata? Quanti rifiuti ho accettato? Quante sfide ho superato pur di conquistarla. E ora? Cosa è cambiato?

Scelgo un modo per mostrare onore e rispetto alla persona che amo. Un modo che esuli dalla routine. Posso chiuderle lo sportello della macchina, fare qualcosa al suo posto, guardare insieme un programma che non amo. Posso ascoltarla in modo diverso...

Mostro alla persona che amo che ha un gran valore per me.

Rifletto a fine giornata...

1. In che modo ho scelto di onorare, di mostrare il mio rispetto alla persona che amo?

2. Qual è stato il risultato?

3. Quali atteggiamenti potrei modificare di me per onorare chi amo anche nei prossimi giorni?