…E IL PESCE VOMITO’ GIONA SULLA SPIAGGIA” – Il libro di Giona letto e commentato “passando” per la relazione d’aiuto


… E IL PESCE VOMITÒ GIONA SULLA SPIAGGIA

 Il libro di Giona letto e commentato “passando” per la relazione d’aiuto

Di fronte ad una fiaba nasce sempre un senso di mistero. Non tutto si può spiegare. Anzi la sua bellezza sta proprio nel suo essere “altro” rispetto a ciò che pensi di aver capito.

Il libro di Giona, è un libro della Bibbia ma appartiene alla letteratura universale che ha tutta l’apparenza di essere una favola. Ma appena lo leggi in profondità, senti che parla di te. Parla dell’uomo nella sua ricerca del profondo, nella sua ricerca del divino che percorre le rotte di mari agitati, si lascia inghiottire da notti senza speranza. Ma trova nuove spiagge dove cercare una misura nuova di uomo. La misura del dono e della gioia della salvezza dell’altro.

Ci accostiamo al testo biblico del libro di Giona per leggerne la trama e la filigrana ma anche con lo stupore di scoprirvi una parte di noi.

Il libro di Giona non narra avvenimenti che si sono avverati in un lontano passato, è una parabola. Nello specchio di questo racconto parabolico appare il futuro e nello stesso tempo viene sempre di nuovo spiegato alle diverse generazioni il presente, che solo nella luce del futuro – in ultima analisi in quella luce che viene da Dio – può essere capito e rettamente vissuto. Perciò questa parabola è profezia: essa getta la luce di Dio sul tempo e con ciò ci chiarisce la direzione in cui dobbiamo muoverci perché iil presente si apra sul futuro e non vada in rovina. (Card. Joseph Ratzinger)

La riflessione psicologica che il libro di Giona ci sollecita:

Il tempo che viene lo incontriamo nel qui ed ora: momento di contatto sia con i nostri limiti sia con le nostre possibilità di fronte alle situazioni problematiche;

La relazione d’aiuto è consapevolezza del peso del passato che condiziona e insieme speranza di agire e fare migliore il futuro nella direzione del bene.

Giona è dibattuto, fugge, e noi?    

Le due profondità psichiche della ricerca: l’Io e la dimensione personale, l’Altro fuori di me e in me e la dimensione interpersonale/ dialogica/curativa. Lo scontro avviene, drammatico, sul terreno della giustizia: la giustizia divina che non coincide con quella umana di cui Giona vuol farsi portavoce.

Giona preferirebbe morire piuttosto che perdonare, e noi?

LUOGO ED ORARIO

Sala del Giogo

Chiesa di S. Nicola ai Prefetti Via dei Prefetti 34 00186 Roma

Dalle ore 19.30 alle ore 21.00

DATE DEGLI INCONTRI

2 – 9 – 16 – 23 marzo 2016

Conducono gli incontri

Alfredo Feretti omi; Stefano Sancandi

Per tutte le informazioni si può visualizzare il depliant qui


|||::
Sala del Giogo
Via dei Prefetti 34
(a 200 mt. Da Piazza del Parlamento)

Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©2019 Tutti i diritti riservati - Centro La Famiglia - Via della Pigna 13/A - 00186 ROMA Tel: +39 06 678 9407 | informativa sui cookie | copyright e privacy | credits

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account